Lettera alle studentesse e agli studenti

Care studentesse e studenti,

​L’emergenza nazionale vi mette di fronte ad una sfida molto alta:

• restare a casa un’altra settimana godendo di questo inaspettato, anche se un po’ inquietante tempo libero, facendo ogni cosa più vi piaccia o, addirittura, facendo nulla;

oppure 

• restare a casa godendo di questo inaspettato, anche se un po’ inquietante tempo libero facendo ogni cosa più vi piaccia e dedicando un po’ di tempo al vostro futuro e a quello del nostro paese, riallacciando il filo in questi giorni un po’smarrito, che vi lega al vostro progetto di vita, alla vostra istruzione, alla vostra scuola.  

​Non tutti i docenti saranno pronti e preparati a fronteggiare questa emergenza che richiede l’attivazione di ogni forma possibile  di “scuola a distanza”, ma molti lo sono già da tempo, perché hanno studiato, perché si sono formati, perché tengono alla loro professionalità ed ai loro studenti. Altri ancora, statene certi, stanno facendo di tutto per poter essere in ogni caso “sul pezzo”, anche se l’utilizzo del digitale non è il loro pane quotidiano.

Qualcuno forse resterà indietro, si tirerà indietro, penserà che fare scuola a distanza significhi caricarvi di compiti scrivendoli sul registro elettronico; beh, spero siano pochissimi, anzi nessuno, questo lo verificherò con l’aiuto di tutti. 

​Il pezzo grosso della sfida è però nelle vostre mani, voi potete fare la differenza!

In questi giorni appena trascorsi alcuni professori hanno iniziato ad interagire con voi: via mail, condividendo materiali, facendo lezioni a distanza. 

La vostra è stata una risposta a macchia di leopardo: qualche classe ha reagito alla grande, ha risposto “presente!”, dimostrando così responsabilità, cura di sé e cittadinanza; altri non si sono proprio fatti vivi, S-C-O-M-P-A-R-S-I.

​Bene, farò ogni cosa affinché i docenti del “Ferraris Pancaldo” siano all’altezza e mostrino a tutti, studenti-genitori-città di Savona- “di che pasta sono fatti”. 

Farò ogni cosa per valorizzare e aiutare gli studenti e le classi che si dimostreranno attive, presenti e responsabili durante i giorni della  prossima settimana. 

Chi si tirerà indietro, chi si lascerà vincere dalla pigrizia, dall’irresponsabilità, dalla sua parte peggiore non riceverà nulla né ora né al termine di questo anno scolastico così travagliato (e non siamo ancora alla fine…).

Verrete stimolati a partecipare con alcuni di questi strumenti:

• posta elettronica (ognuno di voi ed ogni classe ha un proprio indirizzo mail attivo, guardatelo ogni giorno, più volte al giorno!);
• piattaforma Spaggiari - registro elettronico sezione didattica;
• Google Drive per condivisione documenti;
• Google Classroom per svolgere compiti e restituirli a scadenza;
• Google Moduli attraverso il quale ricevere verifiche.
• G Suite MEET per fare lezione insieme.

        Non perdete l’occasione per essere voi un motore positivo per la nostra Italia, così sfilacciata e poco unita in questi giorni di difficoltà.

​Ho sempre avuto grande fiducia in voi ragazze e ragazzi, e voi mi avete spesso ripagato in modo splendido. 

Provo ogni giorno orgoglio per  la nostra bella ed innovativa comunità.

Non deludiamoci!

Il dirigente

Alessandro Gozzi